Possibile che non riesca a rispettare nessuna deadline? (le ho cancellate dalla copertina del blog infatti)

Non importa, a questo ci si arriverà col tempo e sarà imprescindibile per i clienti che mi commissioneranno un lavoro, proprio per questo ora sono in allenamento…un allenamento che mi servirà poi per prevedere tempi certi anche se non mi occuperò di grafica.

Siamo quindi arrivati al dunque: la presentazione del logo…ovvero il primo capitolo del manuale di identità grafica.

Cos’è il manuale di identità grafica? è un documento interno che racchiude tutte le scelte in materia di grafica, identità visiva e promozione, dal logo, il sito, fino al volantino. Proprio perchè è un documento interno non lo pubblicherò qui ma ne trascrivo i tratti più importanti, afferenti al brief (che spiega quali siano i presupposti e gli obiettivi da raggiungere) e il logo.

Il brief

Tabella-0---Prodotti-e-serviziL’attività di Calypso è variegata, con diverse tipologie di clienti che si rivolgeranno a lei per motivi ed esigenze diverse.

Attualmente è solo un progetto di attività in quanto sinchè non raggiungo il minimo reddito imponibile (4800 euro all’anno) non aprirò la partita iva.

Il logo e l’identità visiva sarà unica per tutte queste categorie di destinatari (sebbene differenziata per particolari quali i colori) ed esprime le caratteristiche principali e generali di quello che fa e come lo fa.

Il modello di business.

Ho realizzato questa infografica, che credo sia molto chiara circa il modo in cui funzionerà la mia attività.

Il-modello-di-business

Come è evidenziato nel modello, il tipo di mercato a cui mi rivolgo è variegato perchè sono disponibile sia per privati che per imprese, in base ai loro bisogni.

Il nodo centrale di promozione rimane il passaparola che verrà attivato con una comunicazione ed una promozione mirata, sia online che offline. Come è evidente nell’infografica negli scenari online sarà pubblicizzata l’attività offline (per i residenti a torino e nelle zone limitrofe… e chiunque voglia farsi una gita a torino) e nello scenario offline sarà pubblicizzato il sito e la pagina fb e l’offerta per le imprese.

I target

Per ora può essere sTabella-1_Servizi-e-tipo-clientelaolo una previsione, e racchiude sia i clienti desiderati che quelli che si prevede possano già avere un’interesse per ciò che realizzerò o che potenzialmente posso realizzare per loro.

Qui di fianco vi è la previsione circa l’appetibilità dei vari prodotti/servizi verso il target privato e delle imprese.

Target Privato

Partendo dall’osservazioTabella-2_Target Privatone degli iscritti a diversi gruppi su Facebook (riguardanti la produzione di oggetti da riciclo di svariati materiali) oltre che l’esperienza professionale acquisita nel tempo si è fatto anche un distinguo tra i sessi in relazione ai prodotti e i servizi offerti.

Note:
1 – A differenza degli altri servizi, il ritratto di animali è molto costoso in virtù del lavoro di ricerca e progettazione e realizzazione dell’opera. Inoltre diverse persone valutano l’idea di commissionare il ritratto solo dopo la morte dell’animale.
2 – Osservando i gruppi dedicati al riciclo creativo di oggetti si è notato che praticamente sono tutte donne, sia per quanto riguarda le titolari dei gruppi, chi realizza il video e il pubblico. Da qui si ritiene quasi nulla la probabilità che un uomo acquisti prodotti O’Hacking (a meno che non stiano scegliendo un regalo per una donna.

Profilo delle probabili clienti donne
Prevalentemente tra i 30 e i 55 anni con code dai diciotto e fino al 70, con un reddito ed un’istruzione medi e alti, attenta al temi come l’ecologia e con
un forte senso estetico ed artistico.

Profilo dei probabili clienti uomini
Tra i 30 e i 55 anni con reddito ed istruzione medi e alti, attenti alla propria
immagine (arredamento casa), con interessi e partecipazione ad eventi culturali sia classici che moderni, a seconda dell’età.

Saranno in seguito sviluppate le personas, anche in virtù dell’esperienza sul campo, volte a migliorare l’esperienza dei visitatori del sito e non solo.

Il target delle Imprese

Tabella-3-_Target-impreseAnche In questa categoria si prevedono diverse tipologie di imprese, diverse per offerta, mercato di riferimento e grandezza. Ognuna di queste ha diversi gradi di appetibilità per ogni tipo di servizio offerto da calypso.
È escluso l’O-hacking tranne che per quantitativi nell’ordine di poche decine di prodotti per evidenti limiti produttivi.
Il target Imprese si può agevolmente dividere in tre macro categorie:
A – Case editrici e Agenzie Pubblicitarie.
B – Allevamenti di Animali di Razza
C – Negozi Commerciali, Ristoranti e Locali intrattenimento (pub e discoteche).

Scenari e canali di vendita e Promozione

Calypso non possiede un negozio, ed ha un laboratorio presso la sua abitazione dove realizza tutte le sue creazioni.
Per farsi conoscere, incontrare i propri potenziali clienti e vendere i propri prodotti si avvalerà di tre canali principali raggruppati nelle categorie Online e Offline.

Offline
  • La bancarella – Costruita e montata sul carretto al traino della bicicletta, è il modo in cui Calypso espone al pubblico le sue creazioni. Viene portata ai mercatini dove Calypso espone ma può essere spostata dal carretto e usata come banco espositivo per gli eventi nei locali di intrattenimento.
  • Gli eventi espositivi: sono serate organizzate presso locali serali di intrattenimento o circoli di associazioni dove vengono esposti i prodotti di Calypso (eventualmente in compagnia  in base anche alle caratteristiche dei clienti tipo del locale.
Scenari tipici
  • In giro per Torino come artista di strada
  • In giro per Torino come espositore OPI
  • Al Balôn e Gran Balôn di Torino.
  • Nei locali dove avverranno gli Eventi Espositivi
Online
  • Sito/Blog: La scelta della forma in blog è funzionale a quella di adottare uno story telling che accompagna ogni prodotto, raccondandone progettazione e
    creazione. La piattaforma WordPress agevola:
    • L’indicizzazione delle varie categorie in cui ogni singolo post sarà inserito.
    • Genera statistiche per creare una mappa del Consumer Journey Experience.
    • Il template Responsive permette un’efficace visualizzazione su qualsiasi device.Una caratteristica peculiare del sito (sinchè non avrò raggiunto il minimo reddito imponibile) è che non dovrà essere percepito dagli utenti come un e-commerce ma piuttosto come una vetrina, sarà comunque chiaro che tramite il form di contatto sarà possibile richiedere informazioni sul prezzo ed eventualmente inoltrare un’ordine d’acquisto.

Collegati al sito/blog con l’obiettivo di aumentarne l’audience ci saranno:

  • La Pagina Facebook: Dove verranno postate foto delle creazioni di Calypso, link di ispirazione, questionari e le promozioni riservate a chi vuole e può frequentare anche la bancarella di Calypso.
  • Il profilo Behance: Dedicato specificatamente alle Case editrici e Agenzie Pubblicitarie (Target Imprese “A”).
    Behance è di fatto una piattaforma social sviluppata da Adobe, dedicata all’incontro tra la domanda e l’offerta in ambito creativo e di comunicazione visiva.
Scenari tipici

Possono essere variegati, di certo la rete la si può consultare ormai ovunque grazie agli smarphone.

Parole chiave

Creatività, GreenDesign, Multipotenzialità, Rinascita, Riciclo, Manualità, Decorazione,
Illustrazione, O-Hacking.

Atmosfera e Tono della Comunicazione

L’atmosfera che deve emanare sia dalla bancarella che dal sito internet è quella dell’ottimismo, sincerità e apertura mentale. Allegria e vivacità, positività ed energia. Il tono della comunicazione dovrà essere semplice, chiaro e lineare, coerente, affabile.
Tuttavia al di sopra delle emozioni e delle sensazioni deve prevalere l’atmosfera della calma e della naturalezza. Il rispetto del tempo necessario per realizzare con
le mani e a regola d’arte e progettato facendo uso dell’intelletto.
Il rispetto per se stessi e la qualità della propria vita che comprende anche momenti e spazi di quiete.

Il logo

Composto da molteplici elementi e recante con se molti significati, Lo studio del logo Calypso ha richiesto molti mesi prima di giungere alla sua versione definitiva.

Il visual della Fenice

L’unico difetto è che solo una persona tra molte interrogate vi ha riconosciuto una Fenice, la maggiorparte invece ha visto subito le mani che compongono le ali e il pennino che è la testa. Si tratta quindi di una fenice sui generis scelta più per il suo significato simbolico che per la sua riconoscibilità.

La-fenice-e-gli-strumenti-di-lavoro

“L’araba fenice è divenuto il simbolo
della morte e risurrezione: l’araba fenice
risorge dalle proprie ceneri. La rinascita
non implica un cambiamento fisico ma
interiore che però andrà, piano piano,
a cambiare anche la figura che gli altri
vedono di noi stessi.”
(Fonti diverse)

Gli elementi che compongono la fenice sono gli strumenti principali che Calypso utilizza per realizzare le sue creazioni e sono anch’essi disposti per mantere un carattere simbolico oltre che pratico. (Fig. 2)

Il Pennino – Testa

Ovvero il progetto da cui parte qualsiasi creazione di Calypso. Inizia sempre da un disegno su carta che poi viene scansionato e rifinito al pc. Il progetto si basa su presupposti razionali e sull’unione di diverse componenti atte a creare un risultato originale e, a richiesta, personalizzato.

Le ali

Le cui componenti seguono anche per importanza la disposizione delle penne che permettono alla Fenice di volare.

  • Le manipenne remiganti primarie dall’indice al mignolo, penne di contorno del collo, per il pollice: Di fatto il primo strumento del lavoro di Calypso, assieme all’intelletto, nella  progettazione e nella realizzazione di ciò che fa.
  • I pennelli –  Penne remiganti secondarie: A parte l’illustrazione, gran parte delle creazioni comprendono l’uso dei pennelli, per decorare.
  • Le forbici – le lame come penne remiganti terziarie; gli anelli dell’impugnatura come penne di contorno del collo; il fulcro come corpo: le forbici sono davvero uno strumento dai molteplici utilizzi, e proprio per questo sono centrali nel visual.
Il cacciavite – Coda

Penne Timoniere: Rapprensenta gli utensili utilizzati nel caso di oggetti in legno, che Calypso smonta e ricostruisce e decora.

L’Insegna Logo

Il visual è racchiuso in due scritte, che lo incorniciano e che sono a loro volta ricche di significati.

Logo-Insegna-CalypsoInnanzi tutto la scelta del font ricade sul Desdemona Black, un’omaggio ad un periodo da sempre molto caro a Calypso e da cui trae numerose ispirazioni ovvero l’Art Nouveau.

L’Art Nouveau è uno stile molto diffuso a Torino, città che fu tralaltro sede dell’Esposizione Internazionale d’Arte Decorativa Moderna, nel 1902, dalla quale l’art nouveau si diffuse in italia.

Caffarel_marchioUn’altro omaggio è quello ad una nota marca torinese, questa volta di cioccolato: il dittongo “ff” di Officina che riprende – adattato al font
Desdemona – l’analogo presente nel logo della Caffarel.

La scelta di realizzare un logo che assomiglia ad un’insegna, unitamente alla definizione di “Officina Creativa”, intende rafforzare il concetto di artigianalità nonchè ribadire l’appartenenza dell’attività al campo delle Arti Decorative e le sue infinite applicazioni.

Font Istituzionali.

Font-IstituzionaliCome già anticipato uno dei font istituzionali, limitatamente a titoli e insegne (anche perchè è solo maiuscolo), è certamente il Desdemona Black.
Accoppiato ad esso e scelto tra i vari font “sicuri” (ovvero installato di default su tutti i pc) per il web, e che sarà anche usato per la promozione offline, è il Verdana.

Colori Istituzionali

Prima di tutto l’arancione poichè esso descrive perfettamente l’indole di Calypso come persona e nei suoi rapporti sociali:

È il colore dell’ottimista ad oltranza,
della persona sincera e aperta.
Per natura è allegro e vivace, il suo atteggiamento è in genere brillante, positivo ed energico.
Il modo di ragionare è semplice, chiaro e lineare, molto coerente, affabile, abitualmente loquace, estroverso e socievole.
Apprezza in pieno la vita, esprimendo sempre e ovunque coraggio, spontaneità e buonumore, ottimi i rapporti con gli altri.
Rispetta tutti ed è dotato di grande umanità, ha sempre bisogno di conoscere ed essere coinvolto da interessi diversi.”
(Fonte: http://www.homolaicus.com/linguaggi/teoria-colori2)

Oltre l’arancione, vi sono il nero e il bianco.

Colori-IstituzionaliSi prevede di utilizzare i seguenti accoppiamenti colore in relazione a specifici target e particolari scenari di Calypso:

  • Arancione/Nero: Profilo Behance (già di suo nero), Comunicazione e promozione Offline Target Imprese (tutte le tipologie), Promozione Offline Eventi Espositivi. Offerte e Promozioni online su pagina FB.
  • Arancione/Bianco: Target Privati, Bancarella, Sito internet, Comunicazione e promozione online e offline, compreso sito internet.

Bene, nelle prossime settimane ci saranno due attività che procederanno in tandem:

  1. Progettazione del sito e della pagina fb.
  2. Progettazione della bancarella: ricerca materiali e costruzione.
Annunci