alla fine era una falso problema quello dell’alcolismo. Mi spiego:

A me è sempre piaciuta la birra e fino a pochi giorni fa credevo che l’accumularsi di alcol e le spiacevoli conseguenze che esso provocava, fossero purtroppo un brutto effetto collaterale ineludibile.

Da quando ho scoperto però una particolare marca di birra analcolica (o quasi: 0,5% VOL.) che a differenza di altre analcoliche è perfettamente identica alla sua versione alcolica ho capito che non è vero che sono dipendente dall’alcol, anzi.

A me piace la birra. Punto. E a patto che sappia di birra e non che sembri di bere una pepsi spacciata per cocacola (come succede con altre analcoliche che hanno quel non so che che ti fa capire che è tarocca) a me proprio dell’alcol non me ne frega un cazzo…a me interessa gustarmi la mia fresca birretta, con il suo sapore caratteristico…

Voi non avete idea, credo, di cosa significhi questo per me:  uscire da un incubo e non solo, constatare che infondo io su di me ho sempre avuto ragione: a me piace la birra. Mi piace per il suo gusto, per il suo profumo, per il suo sapore. Non per l’alcol.

E no, non me ne è mai fregato sballarmi, per intenderci, ne oggi ne quando ero adolescente: nonostante tutto sono sempre stata una persona abbastanza realista concreta e pragmatica ed ho sempre trovato controproducente alienarsi dalla realtà mentre è più proficuo affrontarla per quella che è in maniera, questa volta si, creativa ovvero fuori dagli schemi. Creativa e, in quanto tale, lucida e consapevole.

Risolvere questo problema è stata una epifania epocale per me. davvero.

Ieri sera poi la prova del nove: esco e vado in un bel locale vicino a casa dove ovviamente le poche proposte analcoliche non prevedono la birra. Già il barista che mi conosce quando gli chiedo un virgin-mojito mi guarda malissimo… mi chiede se sto bene 😀 tuttavia lo prendo però veramente boh… ho provato la stessa sensazione di quando un’amica mi ha fatto provare la carbonara vegana. Così ho optato per un compromesso: birra media chiara e bicchieroni d’acqua fresca…in misura tale da mantenere l’alcolemia molto bassa, a livelli della birra analcolica, per intenderci. Mi sono bevuta praticamente due medie e una buona quantità d’acqua…

Non mi allettava andare oltre un certo livello di euforia e quando sentivo che aumentava giù d’acqua.

Si dopo aver scoperto che posso gustarmi la mia amatissima birra senza avere effetti collaterali che minano la mia lucidità mentale non provo più il benchè minimo interesse ad alterarla. se fino ad una settimana fa lo facevo…era perchè non credevo di avere una via d’uscita, ora che so di averla, so anche come evitarla.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci