Come spesso accade dovrò posticipare la deadline del terzo passo. Oltre ad aver sovrastimato le mie energie e i tempi di realizzazione, ho passato davvero un gran brutto periodo ultimamente a livello morale. Dulcis in fundo mi sono incrinata una costola cadendo…e il motivo della caduta mi porterà a sottopormi ad una visita specialistica di tipo ortopedico. Perchè dopo essermi confrontata, quasi per caso, con un’amica ho scoperto che forse ho un problemino di necrosi della cartilagine sia all’anca che al ginocchio.

percorso-1116-3-passoDopo questa ennesima proroga ho deciso di prendere il toro per le corna e di dare un tempo preciso ad ogni passo –  un mese –  anche perchè cmq così era previsto quando ho formulato la nuova versione del metodo dei 7 passi.

La divisione in 10 bande di cui 2 ritenute Imprevisti (come da legenda qui a fianco) è basata sulle ore giornaliere canoniche di lavoro (otto) spalmate su un mese, ovvero 4 settimane e 2/3 giorni, in media… e la settimana è di sei giorni. Per un totale di 8×6=48 (ore la settimana)x4 (settimane)=192 + (per eccesso) 3 x 8(=24)=216 ore al mese.

Le varie attività da compiere nel passo sono basate una stima indicativa per eccesso, a giornata, delle ore che dovrei metterci spalmate sull’intero mese; alcune di queste non possono essere che fatte di seguito, altre invece possono essere fatte applicandocisi ogni giorno. Spero che questo schema mi aiuti a creare mantenere una routine stabile.

Come sempre quando passo brutti momenti, come nell’ultimo periodo succede che dimentico di compilare il mio diario motivazionale e questo è davvero un grave errore perchè mi porta a focalizzarmi su ciò che non va e autocommiserarmi un po’ troppo perdendo il focus di me stessa e dei miei progetti, perseguendo i quali potrò uscire dalla situazione in cui sono e che mi provoca questi brutti periodi di sofferenza.

Da qualche giorno mi sto riprendendo e guarda a caso tra chiacchiere illuminanti ed altre cose spuntano anche video come questi, che mi ridanno fiducia e motivazione:

 e si ha ragione lei. Tutto parte da dentro e, nonostante i momenti no, siamo noi che costruiamo il nostro futuro e il nostro destino. Quindi è perfettamente inutile fare le vittime e piangersi addosso. Perfettamente inutile continuare a guardare al passato e dare la colpa a chi ci circonda per il nostro presente. Per quanto gli altri ci condizionino la nostra strada deve prevalere. Non ci sono cazzi che tengano.

Per la seconda settimana consecutiva Breszny scrive un oroscopo che non mi convince fino in fondo:

Sei nella fase del tuo ciclo astrale riservata alla costruzione della prosperità. Festeggiamo! E ragioniamo! C’è qualche rituale che puoi inventare per stimolare la tua fantasia economica e quindi accelerare il flusso dei contanti? Ti suggerisco qualche idea. 1) Incolla una tua foto su una banconota da 20 dollari. 2) Costruisci un altare alla ricchezza in casa tua, riempilo di simboli delle cose che ti piacciono e che potrai comprare quando avrai più soldi. 3) Travestimento consigliato per Halloween: un enorme lingotto, un banchiere con una valigetta piena di bigliettoni, Tony Stark, Lady Mary Crawley, Jay Gatsby, Lara Croft, la dea della ricchezza yoruba Ajé.

Il motivo è molto semplice: credo che l’unica cosa che io possa fare per ottenere maggiore ricchezza non è un rituale ma agire e mettere a frutto le mie capacità.

Scrollarmi di dosso le zavorre e andare avanti. Tutto quello che concorre alla mia felicità cel’ho nelle mie mani e nulla e niente può e deve contrastare il mio cammino.

Annunci