Nel primo secolo dopo Cristo, Quintiliano scrisse un testo in dodici volumi sull’arte oratoria. L’opera avrebbe potuto essere ancora più lunga. “Cancellare è importante quanto scrivere”, diceva l’autore latino. Secondo la mia lettura dei presagi astrali, nelle prossime settimane questa riflessione dovrebbe essere per te gratificante e perfino emozionante. Per la salute a lungo termine di quello che fai, che sia un lavoro svolto per piacere o il tuo capolavoro, dovresti dedicare un po’ di tempo a rivederlo. Come potresti migliorarlo rendendolo più breve e conciso?
Breszny_16/22 Febbraio 2017

Meno è più, sembra un esempio di Neolingua in chiave Orwelliana ma non in questo caso, non lo è. È invece una frase di Mies Van Der Rohe che è inizialmente si riferiva all’architettura ma col tempo è diventato un dogma per tutto il mondo del design.

Per me sta frase è diventata un dogma perchè quando mi lascio andare e scrivo a braccio (come nel post scorso) la sintesi va a donnine allegre. Se no di norma… la sintesi, comunicare più cose possibili in meno parole possibili è il mio obiettivo quotidiano.

visual_shaw-1_web

Sto scrivendo i testi per il sito, ho intenzione di aggiungere una pagina di presentazione per ogni sezione e per l’illustrazione (e lo farò anche per la decorazione) ho creato

un’illustrazione con un aforisma e il faccione di chi l’ha pronunciata.

L’illustrazione ha (la sto finendo) George Bertrand Shaw e il suo noto aforisma:

“Tu vedi cose che esistono e ti chiedi: Perchè?
Ma io sogno cose mai esistite e mi chiedo: “Perché no?”

La Decorazione invece avrà Marcel Proust e il suo aforisma:

“L’unico vero viaggio verso la scoperta
non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi,
ma nell’avere nuovi occhi. “

Queste illustrazioni, beninteso, diventeranno due nuove collezioni su spreadshirt… ma mi piacerebbe anche realizzare alcune magliette a casa per mezzo dello stencil.

Che dire, si va avanti.

Sarà il periodo o forse è avvenuto un cambiamento in me però tendo a programmare meno, a lavorare a braccio e noto che produco di più e sono più serena di quando una parte di me, il grillo parlante, sta sulla spalla tipo avvoltoio a quella creativa.

Certo, non avendo commesse è facile…poter fare le cose a braccio ma credo che sia importante trovare una propria disciplina naturale che significa avere la propria routine naturale in compromesso con le esigenze e le convenzioni del mondo esterno.

😉 appena finite le pagine comunque metterò anche il sito nei link.

Annunci