Sono giorni difficili questi. Giorni in cui mi sento sfiduciata, piena di dubbi e stanca… triste, senza che riesca a capirne il motivo.

Invece di respingere queste emozioni, però, cerco di accoglierle e di capire la loro provenienza. Mi ascolto e guardo nell’abisso, cosciente che poi l’abisso guarderà dentro me, ma non è forse la stessa cosa?

Non riesco davvero a comprendere come molte persone ritengano consolante dare la colpa a tutto ciò che li circonda (ambiente, genitori, gli altri, le circostanze, dio, il destino) di ciò che succede loro invece di concentrarsi su se stessi e le proprie azioni. Consapevolezza che si raggiunge unicamente guardandosi dentro.

Tuttavia questo non significa colpevolizzarsi di tutto perché logicamente, vivendo in una società e interagendo col prossimo, sicuramente anche l’altro da me fa la sua parte nel creare imprevisti, incidenti e ostacoli da superare, però questo significa semplicemente renderci anche conto che se ci succede qualcosa di brutto e questo qualcosa è provocato da altri è nostra responsabilità comunque, imparare ad evitare certe persone e certe situazioni, in futuro.

Per dire: ho sempre saputo che promuoversi online e quindi vendersi online non è una passeggiata. Soprattutto se non hai altra scelta che farlo da sola visto che mancano i fondi per pagare un’altro professionista a cui delegare alcuni compiti.

E’ un vero casino, un casino in cui io però – salvo frequenti crisi di ansia quando mi dimentico di concentrarmi su un passo alla volta ma guardo tutto l’insieme che mi travolge – mi trovo nel mio elemento preferito, la multipotenzialità. Ma gestire la multipotenzialità impone una certa auto-disciplina. Piuttosto rigorosa.

Credo che nelle prossime settimane avverranno un po’ di cambiamenti in questo blog… che forse cambierà addirittura nome. Scriverò anche dei post tematici sul self branding e sull’approccio disciplinare del multipotenziale che vuole/deve fare tutto da se e quindi impersonare diversi ruoli nell’ambito della propria attività.

Stay tuned

p.s. questa settimana il presagio di breszny sulla bilancia riguardava una sfera abbastanza personale che non ha niente a che fare con gli argomenti di questo blog.

 

 

Annunci