Dopo la deviazione intimista della settimana scorsa(su cui comunque ci ha azzeccato a metà) Breszny torna a parlare di temi che mi stanno a cuore e che in parte possono riguardare anche gli argomenti di questo blog!

“Leonardo da Vinci scrisse un Bestiario, uno strano libretto in cui trae conclusioni morali dal comportamento degli animali. Nel prossimo futuro, una delle sue descrizioni potrebbe tornarti utile. È quella in cui parla dell’asino non addomesticato. Leonardo dice che se quell’animale va alla fontana e trova l’acqua torbida, non ha mai troppa sete da non poter aspettare che diventi più limpida prima di bere. Prendila come una metafora, Bilancia. Devi essere paziente nella tua ricerca di quello che è puro, limpido e va bene per te.
Breszny, Bilancia 18/24 Maggio


E di pazienza ce ne vuole. E’ imprescindibile sviluppare la pazienza altrimenti crolli.

Soprattutto nell’ultimo mese e mezzo si sono susseguite tutta una serie di situazioni estremamente negative che mi hanno lasciato praticamente a terra perché non facevo in tempo a riprendermi dalla precedente che subito ne arrivava un’altra, diversa, in alcuni casi inedita.

Si esiste la località chiamata Merda!

Si esiste la località chiamata Merda!

E ci vuole pazienza qui, tanta. E determinazione…ma soprattutto pazienza.

Innanzi tutto è necessario imparare a lasciare scorrere, osservare le emozioni e rispettare i propri tempi. Lasciare scorrere le emozioni e i pensieri negativi, in particolare, è fondamentale per non farsi trascinare giù in un circolo vizioso.

Bisogna tenere botta e cercare di stare tranquilli…prima o poi il periodo di merda finirà… e vi assicuro che finisce. Se non finisce però forse siete voi che state sbagliando qualcosa e questo può apparire banale ma non lo è.

Avete presente quella nota preghiera, nota perché la insegnano nel gruppi degli alcolisti anonimi di tutte le serie TV, che dice: “signore dammi la forza di cambiare le cose che posso cambiare e accettare quelle che non posso cambiare.”?

Ecco… i periodi di merda sono un mix di cose che possiamo cambiare e molto spesso prevenire e molte meno di cose che ci accadono contro la nostra volontà: ovvero decisioni altrui che impattano sulla nostra vita e che non possiamo ne prevedere ne evitare. Gli errori servono a questo: fare esperienza e imparare a prevedere nella maniera più verosimigliante possibile le conseguenze delle nostre azioni, nel bene e nel male.

I periodi di merda ci sono e ci saranno sempre nella nostra vita. Il nostro compito è imparare a reagire nella maniera migliore per noi stessi e chi è direttamente coinvolto dalle nostre azioni e reazioni, in modo da contenere il danno al massimo e convertendolo in un’esperienza che ci insegni qualcosa di utile per il futuro.

Nei periodi di merda, occorre, ancora più che nei periodi rosei, stare concentrati e presenti sul Hic e nel Nunc. Domani è un’altro giorno, domani (o al limite al momento di andare a dormire) penserai a come affrontare domani. Questo non significa fare azioni sconsiderate di cui ci pentiremo domani, e credetemi, succede più di quanto potreste immaginare. Oggi pensa ad oggi.

E ricorda:

Tutto quello che ti da fastidio,
ti insegna la pazienza.

Tutto quello che ti abbandona,
ti insegna a stare in piedi da solo.

Tutto quello che scatena la rabbia,
ti insegna a perdonare ed essere compassionevole.

Tutto quello che ha potere su di te,
ti insegna a recuperare il tuo valore.

Tutto ciò che odi,
ti insegna ad amare incondizionatamente.

Tutto ciò che temi,
ti insegna ad affrontare la paura.

Tutto quello che non puoi controllare,
ti insegna a lasciar andare.

Jackson Kiddard

 

 

 

 

 

Annunci